Tasso Fisso o Tasso variabile - Mutui per Acquisto Casa | in Asta | Finanziamenti

Menu
Vai ai contenuti
Tasso Fisso o Tasso Variabile quale conviene
Scegliere tra i diversi tipi di tasso (Fisso, Variabile, Misto, ecc) dipende prima di tutto dalle esigenze del richiedente e dalle personali conoscenze in materia finanziaria.
Come ben sappiamo, il Tasso Fisso blocca la rata del mutuo per tutta la sua durata, mentre il Tasso Variabile può variare nel tempo.
Se, da un lato, il tasso variabile risulta più rischioso per via delle oscillazioni che potenzialmente può subire, (soprattutto se a rialzo) d'altra parte tende ad essere più conveniente rispetto al Tasso Fisso che, pur avendo tendenzialmente un valore più alto, garantisce una stabilità a lungo termine.
Non c'è una risposta assoluta a questa domanda. La scelta del tasso mette in gioco molte variabili; meglio analizzarle con attenzione per fare la scelta giusta.

Tassi Euribor e Eurirs come funzionano

La BCE (Banca Centrale Europea) regola i flussi d'interesse attraverso il tasso (EURIBOR) in base all'inflazione, ovvero; se l'economia globale europea sale, la BCE in genere alza i tassi d'interesse, se l'economia europea rallenta la BCE tenderà ad abbassarli. In questo modo regola il flusso di denaro circolante nell'eurozona al fine di garantire più stabilità economica e finanziaria. Interessa da vicino tutti coloro che decidono di regolare il proprio mutuo a Tasso Variabile.
La FBE (Federazione Bancaria Europea) attraverso le quotazioni di mercato dei contratti Swap, gestite da parte delle principali banche Europee, regolano l'EURIRS (più comunemente chiamato IRS - Interest Rate Swap).
Questo indice interessa più da vicino tutti coloro che decidono di regolare il proprio mutuo a Tasso Fisso
Entrambi i tassi sono diffusi e pubblicati dalla FBE quotidianamente attraverso siti specializzati, gazzette ufficiali o altri strumenti autorevoli d'informazione.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un importante calo dei tassi d’interesse, toccando indici negativi sia per il Variabile che per il Fisso.
Ciò ha portato la maggior parte dei richiedenti mutuo a preferire il Tasso Fisso e ha contribuito ad una vera rivoluzione nel campo dei Mutui. Gli Istituti di Credito, oltre alla mole di richieste di nuovi mutuo da parte dei clienti per via del mercato dei tassi favorevole e del mercato immobiliare molto interessante, hanno dovuto fare fronte ad un importante incremento di richieste di Surroghe che ha fatto letteralmente impazzire il mercato.
Il mercato però, come ben sappiamo, è sempre in continua evoluzione: A partire dall'inizio del 2022, stiamo assistendo ad un cambio di marcia per quanto riguarda i mutui regolati dal Tasso Fisso. Infatti, già dal mese di Ottobre del 2021, si iniziava a registrare un leggero aumento del tasso di riferimento IRS su tutte le durate. La salita è a tutt'oggi costante e crescente, tanto da rallentare o quasi azzerare i flussi di rinegoziazione dei mutui attraverso la Surroga. Mentre, per quanto riguarda l'Euribor, non si registrano particolari variazioni e, a tutt'oggi, gode ancora di un segno negativo su tutti i parametri di indicizzazione.
Si è tornati dunque a ragionare su quale sia la scelta giusta da fare oggi: Tasso Fisso o tasso Variabile?
Se fino a pochi mesi fa la differenza tra Tasso Fisso e Tasso Variabile era molto sottile, oggi una rata con Tasso Variabile risulta decisamente più conveniente. Si possono risparmiare centinaia di euro ogni mese sulla singola rata, agevolato dal calcolo del piano di ammortamento, alla Francese, che prevede che gli interessi siano maggiormente ripagati nel primo periodo, sfavorendo il rimborso della quota capitale.
In breve: maggiore sarà il tasso applicato, maggiore sarà la quota interessi calcolata nel primo periodo. Minore sarà il tasso d'interesse applicato, minore sarà la quota interessi favorendo così il rimborso della quota capitale e agevolando in questo modo l’abbattimento del debito residuo.


Gamma dei prodotti offerti

Per ampliare la gamma dei prodotti ed orientare i richiedenti mutuo alla scelta più adatta alle proprie esigenze, gli Istituti di Credito, offrono prodotti alternativi che in realtà non sono altro che varianti o mix dei due indici di tasso di Interesse più importanti, Irs e Euribor. Tra questi troviamo, il Tasso Misto (un prodotto che prevede un primo periodo con un determinato tasso e che, a scadenza, è possibile confermare o variare), Tasso Variabile con CAP (un prodotto regolato secondo Euribor ma che prevede un tasso limite oltre il quale resterà fisso senza subire ulteriori aumenti per il richiedente), Rata Fissa Durata Variabile (un prodotto che segue il parametro dell’Euribor e che prevede una rata del mutuo fissa ma una durata variabile).
Abbiamo riportato in sintesi generale la composizione ed il funzionamento del tasso e prodotto applicato perché, sebbene i nomi risultino essere gli stessi in quasi tutti gli Istituti di Credito, le regole e il funzionamento possono variare. E’ sempre consigliabile leggere il foglio informativo e le caratteristiche di ogni singolo prodotto offerto dall'Istituto di Credito di riferimento.
MutuiAsta.it semplice facile e veloce! Richiedi qui la tua consulenza.


Pietro Palmisano, Agente in attività finanziaria mandato di agenzia Avvera S.p.A.  OAM n°A12509  IVASS n° E000505862  
"Copyright tutti i diritti riservati"
20099 -  Sesto San Giovanni (MI)
Via Grugnola 179                                                  
02 91440103
+39 379 2797862
P.iva:  09228500964 - C.F: plmptr75a18c424n    
Torna ai contenuti